Blog

LA RINOPLASTICA

INDICAZIONI GENERALI

La Rinoplastica è l’intervento chirurgico volto a modificare le dimensioni ed a migliorare la forma e l’aspetto generale del naso; eventuali difetti funzionali vengono corretti allo stesso tempo. Ogni naso ha una combinazione di caratteristiche anatomiche che influenzano il risultato della chirurgia, quali lo spessore e la forma delle ossa e della cartilagine, lo spessore e lo stato della cute; non esistono due nasi uguali, dunque i risultati della chirurgia nasale non saranno mai gli stessi; e non esiste il naso perfetto: esiste piuttosto il naso che si armonizza perfettamente alle caratteristiche del vostro volto. Ecco perché ogni intervento di rinoplastica deve assolutamente essere adattato alle caratteristiche morfologiche del paziente, al fine di correggere le disarmonie del naso e donare un migliore equilibrio al viso, senza per questo stravolgerne l’identità.

Sono armonia ed equilibrio, infatti, a rendere un volto gradevole, e per conseguirli può rivelarsi utile associare l’intervento di rinoplastica ad un intervento di rimodellamento del mento (Mentoplastica) e/o di rimodellamento degli zigomi (Lipostruttura degli zigomi).

Il progetto dell’operazione di rinoplastica è eseguito sul materiale fotografico del paziente, mediante l’ausilio di programmi di simulazione al computer che permettono di mostrare le modifiche apportabili ed i risultati ottenibili.

INTERVENTO CHIRURGICO DI RINOPLASTICA: Il Il tempo chirurgico può variare, ma una rinoplastica richiede di solito dai 60 ai 120 minuti. Le incisioni cutanee vengono effettuate all’interno delle narici, quindi non lasciano alcuna cicatrice visibile. Solo in taluni casi si rendono necessarie delle piccole incisioni esterne alla base delle narici stesse per ridurne le dimensioni e la larghezza, o un’incisione mediana sulla columella in caso di correzioni complesse della punta (rinoplastica “open”); tali cicatrici sono comunque di ottima qualità e risultano anch’esse generalmente invisibili. Effettuate le incisioni, si procede alla rimozione degli eccessi ossei e cartilaginei (gibbo osteocartilagineo, cartilagini della punta); i segmenti ossei e cartilaginei residui vengono rimodellati, in modo da ridurre le dimensioni generali del naso e migliorare la definizione della punta. Si procede infine alle suture, realizzate mediante sottilissimi fili riassorbibili che cadono spontaneamente dopo circa 7 – 10 giorni. L’intervento di rinoplastica non è assolutamente doloroso. Nessun tampone interno viene utilizzato. Solo in caso di deviazione del setto nasale, vengono posizionati due splints in silicone all’interno delle narici; la loro presenza, così come la loro rimozione, non causa alcun dolore.

TIPO D’ANESTESIA:La chirurgia plastica del naso viene normalmente eseguita in anestesia generale leggera o, in casi selezionati (chirurgia della sola punta), in anestesia locale.

POST-OPERATORIO:La medicazione esterna è rimossa il giorno successivo l’intervento. Un gessetto di materiale termoplastico viene posto sul dorso nasale per circa 7 giorni. Serve a proteggervi, ed a ridurre il gonfiore.

RISULTATI:Naturalmente i miglioramenti apportati saranno immediatamente visibili, tuttavia occorrerà attendere qualche mese per apprezzare in maniera definitiva i risultati della rinoplastica. In tale intervallo di tempo, infatti, i tessuti riacquistano pienamente la morbidezza e l’elasticità naturali.